Brand History

1987
Nasce il “Centro di Fotocomposizione IDEA”, registriamo fin da subito il Logotipo.

Ricordo ancora oggi con emozione i momenti che trascorrevo insieme a Roberto, perlopiù di sera, al termine delle intense giornate lavorative, alla ricerca del nome e del design che volevamo dare alla nostra icona. Desideravamo un nome corto, incisivo, che si pronunciasse e si ricordasse facilmente e che appartenesse al mondo creativo. Con un briefing strutturato – come facciamo ancora oggi – stendemmo su un foglio tutti i termini che appartenevano al nostro mondo; per ogni termine trovammo una serie di opzioni letterarie: sinonimi, contrari, aggregati. Venne il momento di rispondere a delle semplici domande che stendemmo a 4 mani. Frutto del lavoro di quei magici giorni nacque: IDEA. Questo è stato il naming originario, scelto per il nostro primo logo. Semplice come lo era la costituenda società e lo spirito dei soci fondatori.

IMG_2310

Questa insegna in vetro decorato a mano mi è molto cara: per molto tempo è stata esposta all’esterno della nostra prima sede in Via Valassina a Milano dove abbiamo iniziato il nostro percorso come partner dei primi importanti Clienti e dove abbiamo operato per i primi dieci anni di attività grafica.

Schermata 2013-06-27 alle 09.07.46

Arriva il 2000. Il cambio del Secolo. Gli anni di Internet. Acquisto le intere quote societarie e imprimo un’accelerazione alla fase digitale. Decido per un restyling al logo.

Desideravo tenere traccia e memoria del passato: inserisco nel naming le iniziali dei fondatori GI(uliano) e RO(berto). GI-RO-IDEA mi convince fin da subito; ha un bel suono e rappresenta bene il fine dei nostri servizi comunicativi. Vogliamo far girare le idee dei nostri clienti.

GIROIDEA viene rappresentata insieme a un elemento stilizzato che rappresenta la calotta terrestre come la vedono gli astronauti dallo spazio con la luna sullo sfondo stilizzata in un cerchio profilato. Col tempo abbiamo aggiunto altri cerchi, accanto al primo, per significare la molteplicità dei servizi.

Oggi. I servizi comunicativi che forniamo sono in continua crescita: aggiungere altri cerchi sarebbe stato banale e ripetitivo ma, per sottolineare la validità di quanto vado sostenendo negli incontri con i Clienti – nuovi, dormienti o attivi – decido di rifare un briefing interno mettendo in discussione l’attuale logo. Il motivo scatenante è il cambio epocale che molti chiamano ancora “crisi”. La mia visione è che oggi tutto si deve ridiscutere, ripresentare, ricollocare: per le aziende partendo dai logo; per i Prodotti nuovi naming. È un mondo nuovo quello che si sta presentando.

IMG_2296

Multicanalità è il termine più ricorrente nel briefing e quindi i creativi si mettono all’opera. Quello che vi presento è il risultato estetico del restyling. I cerchi si sono concentrati e sono diventati una serie di luci spot che si vanno a sovrapporre al centro, sullo schermo terrestre. Le molteplici luci spot creano fasci di toni su toni a rappresentare la multicanalità dei nuovi servizi. Abbiamo perfezionato i font che generano il nome GIROIDEA, agendo sugli spessori e sugli interspazi tra lettera e lettera. Teniamo a curare i dettagli: è importante farlo in questo momento, dove la virtualità sembra che possa far passare qualsiasi cosa, in qualsiasi modo. GIROIDEA opera per la Qualità – siamo stati certificati ISO – e dato che il tempo è prezioso compagno desideriamo impiegarlo al meglio e capitalizzarlo, visto poi che per le nostre aziende clienti rappresenta un investimento.

Abbiamo l’onore di avere Clienti che hanno visto il primo Logo e hanno vissuto con noi i successivi restyling. Questo è l’augurio più bello che possiamo farci tutti: svolgere un lungo percorso comunicativo insieme. Da parte nostra avrete sempre un partner affidabile, curioso e propositivo. Grazie a tutti.

Giuliano Capedri – Direzione

cup of M’s

Golosi, colorati e divertenti (come Giroidea) e con diverse tipologie di gusto.
Quante volte è capitato di trovarsi davanti a un pacchetto di M&M’s e non saper resistere? In macchina, in ufficio o nel tempo libero a tutti gli amanti di questi confetti sarà successo di sporcarsi le mani di cioccolato e di vari colori. Quindi che fare?

Il pensiero laterale ha ispirato il designer Bruce Duhan che ha ideato questo packaging semplice e divertente, dando in questo modo la possibilità di maneggiare senza problemi gli M&M’s.
Una comoda e pratica tazza apri e chiudi che funge da valida alternativa al solito sacchettino.
Una geniale ispirazione.

Heineken per i veri tifosi

Il premio della caccia al tesoro di Heineken sono stati gli ultimi posti per la finale di Champions League: quando ormai il Wembley Stadium dichiara il tutto esaurito, il famoso marchio di birra sorprende tutti con una campagna marketing alla “caccia al tesoro”.
Sparsi per Roma e Milano, in posti nascosti, c’erano 20 seggiolini rossi come quelli dello stadio – da qui il nome della promozione “The Seat” – e sotto ad ognuno di essi c’era un biglietto per la partita.

I concorrenti hanno avuto un’ora di tempo per trovarli, ma il vincitore è stato solo uno.
Dove ha trovato il tanto conteso seggiolino? Alla Trinità dei Monti a Roma, con tanto di turista cinese seduta sopra.
Naturalmente questa impresa è stata registrata e trasformata in un video virale: Heineken ha sicuramente vinto la Champions. Creatività e poche spese che hanno fatto leva su un fattore tipico italiano: il gene del tifoso.

Business card. Ripartiamo da qui.

Ormai non si dice più biglietto da visita ma business card, e non si usa più il classico bigliettino bianco con il logo dell’azienda e i vari contatti.

Serve più fantasia, più creatività, più immaginazione: perché? Semplice: le aziende con cui si entra in contatto sono decine e per restare impresse nella nostra memoria devono sorprenderci. Allora si lascia via libera alla creatività: una carta da gioco; un palloncino che deve essere gonfiato; una molletta da bucato; delle noccioline; delle palline da tennis ecc… Delle idee sorprendenti e alcune volte davvero creative, che raggiungono il loro obiettivo: far ricordare i clienti dell’azienda.

Guida sicura

Per guidare in sicurezza non guidare da ubriachi: messaggio importantissimo e che non entra mai completamente nelle menti dei giovani del sabato sera.
Don’t Drive Drunk è il messaggio di questa nuova campagna pubblicitaria.
Le immagini hanno tutto quel che serve: le tre bevande alcoliche più consumate birra, spumante e vodka; la macchina e la “morte”. Una campagna che secondo la nostra opinione funziona in maniera eccezionale: semplice, emotiva e diretta.

Comunicare in modo nuovo da un Molino del ‘500

Vogliamo far girare le idee, il nostro mondo è fatto di colori, creatività, ricerca e innovazione. Siamo curiosi esploratori.

L’orgoglio di 25 anni di attività nel mondo della grafica e della comunicazione ci permettono la visione a tutto tondo di un universo in continuo fermento.

Le nostre curiosità sono diventate competenze professionali. Gestiamo Blog e piattaforme Social, curiamo posizionamenti naturali e pubblichiamo

siti internet dinamici, SEO ottimizzati e chi lo sa, magari progetteremo anche un billboard sulla Luna.

In GIROIDEA amiamo la comunicazione e lavoriamo partendo dall’ascolto del cliente per poi condividere nel team creativo ogni fase del progetto nascente. Professionalità e impegno concludono il ciclo arrivando al miglior risultato per tutti.

Il software sempre aggiornato su cui appoggiamo tutti i servizi comunicativi è la nostra serietà.