La ricerca organica: una metrica ancora valida?

Ricerca organica - Metrica ancora valida?

La ricerca organica: una metrica ancora valida?

La ricerca organica: cos’è?

In questo articolo te lo spieghiamo semplicemente

L’insieme delle pagine dei risultati mostrata da un motore di ricerca, come Google, riguarda per la maggior parte i risultati non derivanti da una campagna a pagamento, ma da un lavoro SEO di posizionamento organico. Il “posizionamento organico” è basato sulla pertinenza delle parole chiave utilizzate e non sull’acquisto di un annuncio pubblicitario.

In sintesi, il traffico organico deriva dalla ricerca dell’utente in merito a uno specifico interesse sul motore di ricerca. La ricerca organica si contrappone per sua natura a quella a pagamento, che deve il traffico ottenuto a partire da un investimento economico dell’azienda per attrarre immediatamente un gran numero di utenti, accrescendo le possibilità di azioni (conversioni) da parte degli stessi.

Una buona comunicazione per le aziende B2B

Secondo uno studio del 2014 di BrightEdge, industria leader nel campo della ricerca SEO, il 70% dei ricavi per le aziende B2B (Business-to-Business, che si rivolgono ad operanti nel settore e non ai consumatori finali) deriva dalla buona combinazione di ricerche organiche e ricerche a pagamento. Questo abbinamento amplia infatti ulteriormente il volume di traffico verso il proprio sito web.

Inoltre, nei cinque anni successivi allo studio, BrightEdge ha individuato un aumento del traffico generato dalla ricerca organica (dal 51% al 53%). Questo elemento fornisce una prima risposta affermativa alla domanda che ti poniamo nel titolo di questo articolo. La ricerca organica è una metrica ancora valida? Sì:  secondo le statistiche illustrate dal SEO trainer Brian Dean, il 70-80% degli utenti ignora gli annunci a pagamento, concentrandosi solo sui risultati organici.

Come aumentare la ricerca organica?

La differenza tra attività SEO on site e SEO on page

Il traffico organico è importante – quindi – per attirare un maggior numero di contatti interessati al tuo marchio o al prodotto (la cosiddetta Lead Generation): maggiore è il traffico, maggiori saranno le potenziali conversioni. Per arrivare a generare una buona quantità di traffico organico, si deve partire necessariamente da un’attività SEO di ottimizzazione del sito, questo garantirà un buon posizionamento organico dei contenuti, e di conseguenza generazione di traffico organico.

La ricerca organica di Google: è una metrica ancora validaNello specifico si distinguono attività SEO on site (ottimizzazione del sito in base al suo aspetto generale) e SEO on page (ottimizzazione dei contenuti). Se la tua azienda e il sito web sono ben consolidati, puntare e concentrarsi sulla definizione di un piano di Content Marketing (anziché sulle campagne a pagamento!) è la scelta più conveniente.

Creare dei contenuti interessanti per il proprio pubblico, che forniscano specifiche in linea con le ricerche dei clienti è un buon punto di partenza che ti consentirà di aumentare le visite organiche al tuo sito web e di incrementare la crescita del tuo marchio. Per far ciò utile è l’aggiornamento costante o l’introduzione di un Magazine interno al sito web, soluzione che permette di entrare in contatto diretto con i clienti rispondendo alle loro domande.

Riassumendo, quindi, un buon lavoro SEO è fondamentale per ottenere un traffico organico soddisfacente, e si basa

  • sulla scelta delle giuste parole chiave (keywords)
  • sul contenuto mirato dal piano di Content Marketing
  • sulla scelta di un SEO copywriter per la gestione del posizionamento più efficace e competitiva

Misurazione del traffico per raggiungere gli utenti giusti

Il traffico organico qualificato è quello a cui bisogna prestare maggior attenzione. Per qualificato intendiamo il traffico derivante da utenti idonei alle tipologie di prodotto e alla proposta dell’azienda (utenti in-target), e che dunque hanno interesse nel restare più tempo sul sito.

Per misurare il volume di questo traffico specifico e ottenerne una panoramica esplicativa l’Agenzia di Comunicazione utilizza diversi strumenti, tra cui Google Analytics, che consentono di visualizzare il numero di utenti e le pagine visitate in uno specifico arco temporale.

Inoltre, è possibile analizzare fino al numero di conversioni e vendite. Il traffico proveniente dai Social Media resta fondamentale, per misurare la notorietà del prodotto e dell’azienda (Brand Awareness). Questo perché i social media, consentendo al brand di farsi conoscere, portano l’utente interessato a effettuare una ricerca sul motore di ricerca.

Perciò: quale strada percorrere?

Il traffico organico, essendo legato all’ottimizzazione SEO, è meno veloce nel fornire risultati rispetto al traffico a pagamento, ma è gratuito e il suo volume tende a crescere nel tempo, senza limitazioni e scadenze. Sicuramente l’unione e il bilanciamento delle due metriche, quella della ricerca organica e quella della ricerca a pagamento è funzionale all’ottenimento di risultati migliori, la ricerca organica è valida tanto quella a pagamento, validità sicuramente determinata, da un lavoro SEO ben studiato e ben focalizzato. Per approfondire altri articoli simili, vai sul nostro sito e sfoglia il Magazine.

In sintesi

Vogliamo dare risposte chiare, che soddisfino ogni lettore. Vogliamo sempre di più avvicinarci a quell’idea di azienda moderna che abbiamo capito essere vincente ed efficace.

L’unica strada è il dialogo: quando questo è impedito da barriere fisiche, trova necessariamente sfogo sul web. Sentire il calore della vicinanza delle persone è possibile anche virtualmente, a partire da un sito internet ottimizzato e ben strutturato. Questa è l’esperienza che vogliamo offrire agli utenti, agli amici di GIROIDEA.

Possiamo dire con forza e determinazione che siamo pronti a ripresentarci migliori di prima. Siamo convinti che, nonostante il peso sociale e umano della situazione che abbiamo vissuto, questo periodo abbia cambiato la visione della realtà digitale in maniera irreversibile.

GIROIDEA ora è più matura. E tu? Vuoi seguire la nostra onda?

Giroidea.it
ciao@giroidea.it

Comunicare non è un dovere, è una scelta e un grande atto di altruismo. Non si comunica mai per se stessi, ma per con-dividere esperienze, emozioni, idee… In Giroidea amiamo la comunicazione di valore, capace di dare qualcosa di concreto alle persone. Le persone a cui ci rivolgiamo sono i vostri clienti; ecco perché scegliere GIROIDEA come la vostra nuova agenzia di comunicazione, è una proposta di valore.